Login        

Riunito il Comitato esecutivo della Cisl di Cosenza. NO a squadrismo e terrore. Costruire patto che metta al centro lavoro e coesione sociale e che si declini sui territori. Congresso per un sindacato che si rinnova.

Riunito il Comitato esecutivo della Cisl di Cosenza.

Il Segretario provinciale Giuseppe Lavia: NO a squadrismo e terrore. Costruire patto che metta al centro lavoro e coesione sociale e che si declini sui territori. Congresso per un sindacato che si rinnova.

Il Segretario regionale Tonino Russo: su crescita, lavoro, infrastrutture e sociale Cisl pronta a confronto con nuova Giunta Regionale

 

11.10.2021 - Si è riunito il Comitato esecutivo della Cisl di Cosenza. I lavori sono stati aperti della relazione del Segretario generale Giuseppe Lavia e conclusi dal Segretario generale della Cisl calabrese Tonino Russo.

«Diciamo con forza NO a squadrismo e terrore. Esprimiamo solidarietà e vicinanza alla Cgil per l’assalto alla sede nazionale e andiamo con determinazione verso la manifestazione sindacale unitaria del 16 ottobre per la democrazia e il lavoro», ha esordito il Segretario provinciale Giuseppe Lavia. «È necessario – ha sottolineato nel corso della sua relazione – costruire insieme a istituzioni e mondo delle imprese e del lavoro un patto che metta al centro il lavoro e la coesione sociale e che si declini sui territori, così da poter cogliere, con progetti e una visione d’insieme, tutte le opportunità offerte dal Pnrr e dal fondo complementare. Per questo è fondamentale costruire le competenze necessarie. Il programma Gol sulle politiche attive del lavoro rappresenta un’importante occasione per realizzare buona formazione e buona occupazione. Ed è necessario – ha evidenziato il Segretario generale della Cisl cosentina – costruire i patti territoriali a livello regionale e i progetti sperimentali a livello territoriale per un vero sistema di politiche attive. Bisogna, inoltre, guardare ad innovazione e digitale per il territorio provinciale per l’intera Calabria. In tale contesto, l’inaugurazione e l’avvio del corso di laurea in Medicina e Tecnologie digitali, frutto di una collaborazione tra Università della Calabria e Università Magna Graecia è la strada da seguire. Un’ottima notizia».

Sul piano interno dell’organizzazione e dell’azione della Cisl, il Segretario provinciale Giuseppe Lavia ha comunicato che sta per partire un’indagine sul tema della rappresentanza, che sarà realizzata dalla Cisl di Cosenza insieme all’Unical, mediante la proposta ai delegati della Cisl di un questionario. L’iniziativa è finalizzata a scegliere priorità e modelli organizzativi per un sindacato continuamente chiamato a rinnovarsi. Inoltre, ha ricordato Lavia, sono in corso le assemblee precongressuali «per una Cisl che sceglie la prossimità e sceglie di esserci per cambiare, per comprendere e interpretare i nuovi bisogni dei lavoratori e dei cittadini. La difesa del lavoro è e resta un punto chiave. Perciò esprimiamo viva preoccupazione per la scadenza del blocco dei licenziamenti prevista per il 30 ottobre e diamo con convinzione il nostro sostegno all’iniziativa unitaria delle categorie delle telecomunicazioni a difesa di 3000 lavoratori in bilico, impegnati nei call center territoriali».

I lavori sono stati conclusi dal Segretario regionale della Cisl Tonino Russo che ha rimarcato la necessità di evitare ogni forma di deriva violenta e di essere in piazza per difendere democrazia e legalità. «Ma serve anche – ha affermato – un confronto immediato su temi centrali: ammortizzatori sociali e tutele, politiche attive, fisco equo e giusto, riforma delle pensioni. E per la Calabria in confronto deve avvenire su tutte le opportunità offerte dal PNRR. È indispensabile, inoltre, una svolta per ricostruire una sanità “normale”, che garantisca il diritto alla salute. L’utilizzo delle risorse del PNRR – ha sottolineato Russo chiudendo il suo intervento – sia orientato verso il lavoro, perché non possiamo permetterci una crescita senza lavoro, e lavoro dignitoso, partendo dal superamento del precariato. Sui temi della crescita, del lavoro, delle infrastrutture e del sociale la Cisl è pronta al confronto con la nuova Giunta Regionale».

ANOLF COSENZA: PROGETTO SUPREME AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO

 

AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER REPERIMENTO ALLOGGI  PRIVATI DA CONCEDERE IN LOCAZIONE TEMPORANEA AI CITTADINI STRANIERI IN EMERGENZA  ABITATIVA.

COMUNE DI CORIGLIANO ROSSANO E ANOLF COSENZA

PREMESSO

 

  • Che Il Comune di Corigliano Rossano e gli enti Promidea Cooperativa Sociale, Anolf, Fai Cisl Cosenza, Associazione Liberamente, Associazione Mondiversi, Associazione Tendiamo le Mani, Associazione Don Vincenzo Matrangolo, Confraternita Misericordia di Trebisacce, Istituto Omnicomprensivo San Demetrio Corone, Federazione Coldiretti Calabria sono partner dell’Associazione Temporanea di Scopo, denominata INSIEME, per lo svolgimento delle attività previste dal Progetto “ CO.RO.FOR.IN “CORIGLIANO – ROSSANO FOR INCLUSION” APPROVATO DALLA REGIONE CALABRIA, PIANO STRAORDINARIO INTEGRATO DI INTERVENTI PER IL CONTRASTO E IL SUPERAMENTO DI TUTTE LE FORME DI GRAVE SFRUTTAMENTO LAVORATIVO E DI GRAVE MARGINALITÀ/VULNERABILITÀ DEI MIGRANTI NEGLI INSEDIAMENTI DELLE PIANE DI GIOIA TAURO E DI SIBARI CUP I21F19000020009 A VALERE SUL PROGETTO “SU.PR.EME. ITALIA” “SUD PROTAGONISTA NEL SUPERAMENTO DELLE EMERGENZE IN AMBITO DI GRAVE SFRUTTAMENTO E DI GRAVI MARGINALITÀ DEGLI STRANIERI REGOLARMENTE PRESENTI NELLE 5 REGIONI MENO SVILUPPATE”.
  • Che Anolf Cosenza in qualità di partner è ente promotore delle attività relative alla linea di intervento 1.B “Erogazione di incentivi per sostenere i costi dell’abitare”, svolgendo le seguenti funzioni: mappatura immobili disponibili, determinazione canone applicabile sulla base di accordi territoriali, profilazione e colloqui con cittadini di Paesi terzi vittime o potenziali vittime di sfruttamento lavorativo, accompagnamento all’abitare
  • Che Il progetto CO.RO.FOR.IN ha, rispetto alla Linea di Intervento 1.B, l’obiettivo di favorire l’incrocio fra il bisogno abitativo dei cittadini dei Paesi terzi , stanziali e stagionali, vittime o potenziali vittime di sfruttamento lavorativo e l’offerta di alloggi in locazione sul territorio del Comune di Corigliano – e nei Comuni della piana di Sibari

FINALITA’

 

La finalità del presente avviso è quella di rilevare sul mercato privato nel Comune di Corigliano – Rossano e nei Comuni della Piana di Sibari, la disponibilità immediata di alloggi da proporre in locazione a soggetti vulnerabili, vittime o potenziali vittime di sfruttamento lavorativo, destinatari finali del progetto.

La manifestazione di interesse non comporta automaticamente l’abbinamento con singoli destinatari finali e/o con le famiglie. Tale abbinamento è condizionato alla corrispondenza fra gli alloggi e le caratteristiche dei cittadini dei Paesi terzi e delle famiglie profilate dagli operatori sociali del nostro Ente.

CONDIZIONI ECONOMICHE

Il progetto approvato prevede la possibilità di riconoscere:

  • canone locazione di euro 400,00 per n. 4 mesi per un totale di n. 200 destinatari finali (nuclei familiari o soggetti vulnerabili);
  • contributo forfettario di euro 300,00 per n. 50 proprietari degli immobili in termini di piccoli costi di ristrutturazione/adeguamento finalizzati all’accoglienza dei destinatari finali;
  • spese di registrazione ed attivazione utenze; pagamento utenze relative a n. 4 mesi di accoglienza abitativa.

SOGGETTI CUI E’ RIVOLTO L’AVVISO

 

Possono manifestare il proprio interesse i soggetti privati ovvero soggetti imprenditoriali quali Società e Agenzie Immobiliari in qualità di proprietari o gestori a pieno titolo di immobili ad uso abitativo situati nel Comune di Corigliano Rossano e/o nella Piana di Sibari che:

  • siano titolari di uno o più immobili ad uso abitativo situati nel comune di Corigliano – Rossano o nei Comuni rientranti nella Piana di Sibari;
  • siano disponibili a mettere sul mercato gli immobili di proprietà perfezionando con i destinatari finali un contratto di locazione anche di tipo temporaneo.

CARATTERISTICHE DEGLI ALLOGGI

  • superficie utile abitabile, come definita dall'art.6 del Decreto del Ministro dei Lavori Pubblici del 05/08/1994;
  • immediata disponibilità del proprietario, alloggi non occupati e non locati;
  • buono stato di manutenzione;
  • categorie catastali A/2, A/3, A/4, A/5, A/7 (esclusi gli immobili appartenenti alla tipologia "villette a schiera");
  • impianti (idrico-sanitario, elettrico, gas, ecc) a norma, secondo le vigenti disposizioni di legge; Gli immobili o lo stabile di cui fanno parte, dovranno essere corredati dell'apposito attestato di prestazione energetica (APE).

CONTRATTI DI LOCAZIONE

I contratti di locazione stipulati tra proprietario e conduttore:

  • saranno stipulati in modo diretto o intermediato tramite ANOLF (?), tra il proprietario e i locatari anche con l'ausilio, ove necessario, delle associazioni dell'inquilinato;
  • saranno di natura transitoria (art.5, comma 1 L. 431/98) e D.M. 30/12/2002) con durata di mesi 4/6, eventualmente riproponibile; - il deposito cauzionale, costituito da ANOLF, sarà pari a DUE mensilità del canone di locazione;
  • saranno a canone concordato ai sensi della L.431/98 o comunque a canone inferiore al libero mercato.

GARANZIE

  • pagamento mensile anticipato del canone di locazione tramite bonifico sul conto corrente del proprietario;
  • copertura assicurativa per eventuali danni e riconsegna dell'immobile nello stato originario prima dell'uso (salvo la normale vetustà);
  • monitoraggio sulla corretta conduzione dell'immobile da parte del Settore Politiche Sociali del Comune di Corigliano Rossano (oppure partner dell’ATS INSIEME) tramite personale specificamente designato. I cittadini destinatari dell’immobile saranno inoltre supportati dalla equipe socio-educativa in servizio presso il Settore Politiche Sociali.

OFFERTA ALLOGGI

L'offerta presentata non costituisce vincolo per l'Amministrazione Comunale e per i partner dell’ATS. I proprietari interessati dovranno dichiarare la loro disponibilità a locare gli immobili ai nuclei familiari individuati da ANOLF, compilando il modulo (MANIFESTAZIONE D’INTERESSE – OFFERTA ALLOGGI SFITTI DA DESTINARE A CITTADINI STRANIERI IN EMERGENZA ABITATIVA) allegato al presente Avviso.

 

MODALITA’ PRESENTAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

 

I titolari di alloggi interessati dovranno far pervenire le proprie manifestazioni di interesse alla segreteria di Anolf Cosenza (via, orari 9-12.30 e 14-16.30, da lunedì a venerdì).

Le domande potranno pervenire:

  • Tramite consegna a mano alla segreteria di Anolf Corigliano Rossano sita in Viale Margherita Trav. Petrelli – Rossano, Comune di Corigliano Rossano nei giorni e negli orari sopra indicati;
  • A mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, in busta chiusa recante sul frontespizio esterno la dicitura: PROGETTO “CO.RO.FOR.IN – Corigliano – Rossano For Inclusion” – Linea Intervento 1.B
  • A mezzo P.E.C. (posta elettronica certificata) all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

Il privato che intende manifestare il proprio interesse dovrà compilare in ciascuna sua parte e sottoscrivere il Modulo B – MANIFESTAZIONE DI INTERESSE (uno per ciascuna unità immobiliare messa a disposizione del progetto);

ALBO DELLE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE

 

Le manifestazioni di interesse complete e coerenti saranno classificate in ordine di precedenza secondo la data di presentazione e inserite in forma anonima in un Albo delle disponibilità.

Per ciascun immobile l’Albo delle disponibilità recherà:

  • Iniziali del titolare;
  • Indirizzo (senza riportare n° civico);
  • data di ricezione della manifestazione di interesse.
  • L’albo così costituito verrà pubblicato sul sito www.cisl.cs.it. L’albo sarà aggiornato costantemente via via che pervengano nuove disponibilità.

CONDIZIONI DI GODIMENTO DELLE ATTIVITA’ DI PROGETTO

 

L’inserimento nell’albo delle disponibilità degli immobili e la sottoscrizione di un contratto di affitto sono le condizioni di base per il godimento degli incentivi di progetto previsti.

IL Presidente Anolf Cosenza

 

Gianluca Campolongo

CGIL CISL UIL e Confindustria Cosenza: Appello alla responsabilità. Completare campagna di vaccinazione.

“Nessuno può permettersi il lusso di nuove fermate a causa di un aumento dell’andamento dei contagi. Una paventata ondata pandemica in autunno, con le conseguenti misure di contenimento, finirebbe in maniera inevitabile con il soffocare sul nascere la ripresa in atto che vede l’Italia tra i Paesi con le migliori performance, al punto da poter prevedere stime di crescita al rialzo”.

È quanto hanno sostenuto nel corso di una conferenza stampa indetta in maniera congiunta il presidente di Confindustria Cosenza Fortunato Amarelli ed i segretari provinciali di CGIL Cosenza Umberto Calabrone, CGIL Sibari Pollino Giuseppe Guido, CISL Cosenza Giuseppe Lavia e UIL Cosenza Roberto Castagna.

“Per un territorio come il nostro, strutturalmente in ritardo di sviluppo ed ulteriormente martoriato dagli effetti del Covid, tanto per quanto attiene agli aspetti sociali che economici, è indispensabile agganciare con efficacia la ripartenza dell’economia provando a mettere in atto iniziative virtuose capaci di innescare effetti moltiplicatori solidi e dal respiro lungo restituendo fiducia ai cittadini, alle imprese ed ai nostri giovani disorientati verso le prospettive di un futuro che appare incerto e di difficile lettura. Se questo deve costituire un impegno collettivo e condiviso per ognuno, diventa un dovere etico per quanti rivestono ruoli di rappresentanza ed ancora di più per chi è chiamato ad amministrare e governare la cosa pubblica”.

“È in questo contesto - hanno continuato i segretari provinciali di CGIL, CISL e UIL ed il presidente di Confindustria Cosenza - che è maturata questa nostra iniziativa che, in via preliminare, intende rivolgere un appello alle lavoratrici, ai lavoratori, agli imprenditori ed ai cittadini perché si possa completare al più presto la campagna vaccinale che resta, al momento, l’arma più efficace per contrastare l’epidemia e consentire un graduale quanto rapido ritorno alla normalità. Nel ruolo di organizzazioni di rappresentanza dei datori di lavoro e degli interessi dei lavoratori, intendiamo alzare l’ideale asticella di quella doverosa assunzione di responsabilità che l’attuale e difficile situazione complessiva impone a tutti i livelli”.

In Calabria è solo il 60% circa della popolazione ad avere completato il ciclo vaccinale. Ad oggi, purtroppo, il 18% degli over 50 è senza alcuna dose di vaccino, contro un dato medio nazionale che è pari al 13%.

“Una nuova forte accelerazione della ripresa dei contagi – hanno dichiarato Amarelli, Calabrone, Guido, Lavia e Castagna - è da scongiurare con forza e determinazione perché rappresenterebbe il principale ostacolo al percorso di rilancio auspicato, sia in termini economici che relazionali e sociali. Occorre, dunque, compiere ogni sforzo per evitare il rischio di nuove restrizioni che possano fermare la ripresa e la crescita di un territorio che ha voglia e necessità di ripartire per recuperare un deficit di sviluppo acuitosi negli anni”.

“Dalla nostra parte – continuano i protagonisti della conferenza stampa – profonderemo ogni sforzo per contribuire a raggiungere questi obiettivi di sviluppo anche attraverso la formulazione di una serie di proposte e misure concrete da sottoporre alle principali amministrazioni pubbliche ed agli enti preposti del territorio della provincia di Cosenza”.

“Per garantire omogeneità e più immediata fattibilità, le stesse saranno riconducibili alle 6 aree di intervento del PNRR (Transizione verde, Trasformazione digitale, Crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, Coesione sociale e territoriale, Salute e resilienza economica, sociale e istituzionale, Politiche per le nuove generazioni, l’infanzia e i giovani) che, in uno con i fondi POR e le ulteriori risorse ordinarie, rappresentano una grande occasione per colmare i deficit territoriali. Il focus riguarderà gli ambiti della digitalizzazione, dell’innovazione, della competitività, della cultura e del turismo; quello afferente la rivoluzione verde e la transizione ecologica, la materia delle infrastrutture per una mobilità sostenibile; l’inclusione sociale; la sanità”.

“La sfida riguarda tutti: forze politiche, sociali e culturali. I deficit strutturali della provincia di Cosenza si curano con la creazione di occasioni di lavoro, con il sostegno al tessuto produttivo, con un recupero di visione ed efficacia delle politiche da mettere in atto e di efficienza della macchina amministrativa e burocratica. Ci aspettano mesi decisivi perché sono in gioco la salute e la qualità della vita di ciascuno come precondizione per un utilizzo pieno delle risorse che saranno rese disponibili dai citati piani europei determinanti a dare qualità, durata e spinta alla ripresa auspicata e mai come questa volta veramente a portata di mano”.

incontro pubblico tra candidati sindaco e Segretari generali Cgil, Cisl e Uil sul tema “Una città per tutti”.

Cosenza, martedì 28, Piazza Kennedy, ore 17.30:

incontro pubblico tra candidati sindaco e Segretari generali Cgil, Cisl e Uil

sul tema “Una città per tutti”.

Cosenza, 27.09.2021 – Si terrà martedì 28 settembre alle ore 17.30, in Piazza Kennedy, un incontro pubblico tra i candidati alla carica di sindaco di Cosenza e Cgil, Cisl, Uil.

Il tema scelto dalle organizzazioni sindacali, “Una Città per tutti”, offrirà l’opportunità di un ampio confronto tra i Segretari generali Umberto Calabrone (Cgil Cosenza), Giuseppe Lavia (Cisl Cosenza), Roberto Castagna (Uil Cosenza) e i candidati sul lavoro, sui diritti dei cittadini, sul welfare, sui servizi.

Ennesima tragedia sulla S.S. 106. Tempo del dolore e della preghiera, ma anche tempo della rabbia per un territorio che ha diritto ad avere infrastrutture moderne e sicure.

COMUNICATO STAMPA
Giuseppe Lavia, Segretario generale CISL Cosenza:
Ennesima tragedia sulla S.S. 106.
Tempo del dolore e della preghiera, ma anche tempo della rabbia
per un territorio che ha diritto ad avere infrastrutture moderne e sicure.
Intervenuto sul luogo della tragedia l’elisoccorso da Lamezia Terme, perché la postazione di Cosenza da alcuni giorni è non operativa. Rispristinare subito il servizio
 
 
Cosenza, 14.08.2021 - «Ennesima tragedia sulla S.S. 106 all’altezza del Parco Archeologico di Sibari. Tre vite spezzate e diversi feriti. Ora – dichiara Giuseppe Lavia, Segretario generale dell’UST CISL di Cosenza – è il tempo del dolore e della preghiera per coloro che hanno perso la vita e per i feriti. Ancora una volta. Mentre sale il numero delle vittime della strada della morte registrate nel 2021.
Ma è per tutti noi – prosegue il Segretario della CISL di Cosenza – anche il tempo della rabbia per un territorio che ha diritto ad avere infrastrutture moderne e sicure. Il Governo assuma un impegno vero per l’ammodernamento a quattro corsie di tutta la S.S. 106. Si affronti subito e senza indugi una discussione sull’ipotesi di tracciato presentata mesi fa da Anas per il tratto Sibari-Coserie fino a Rossano. Si scelga il progetto migliore e soprattutto in linea con l’urgenza di ammodernare tutto il tracciato della S. S. 106, dando all’intera area ionica una via di comunicazione degna di questo nome.
Soprattutto si individuino le risorse per finanziare quest’opera, prima di tutto per la sicurezza dei cittadini; ma anche per il bisogno di mobilità, precondizione per lo sviluppo di un territorio che è stanco di promesse e di attese vane.
Come se tutto questo non bastasse, ad intervenire sul luogo della tragedia è giunto l’elisoccorso da Lamezia Terme, perché la postazione di Cosenza da alcuni giorni è non operativa, per via di un’ispezione straordinaria che ha privato di un servizio essenziale la provincia cosentina nei giorni centrali di agosto, nel pieno della stagione estiva. Non si sono parole, se non che la questione deve essere affrontata e risolta con estrema urgenza.
Questa ennesima tragedia – conclude il Segretario generale della CISL di Cosenza – impone interventi risolutivi».
Feed non trovato

Link Utili

>> Cisl 

>> Cisl Calabria

>> LaborTV

 Power by: Altomari Carmine

Orari Uffici

da Lunedi a Venerdi

dalle ore 9.00 alle ore 13.00

dalle ore 16.00 alle ore 19.00

               ADM

Segreteria UST 

Via Caloprese, 23 - 87100 Cosenza

Tel. 0984/22126 - 0984/77663 - Fax. 0984/71017

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.